Logo

Baby Gang postava selfie dopo le rapine. Arrestati sei ragazzi di Pescara

by / No Comments / 5875 View / 9 Maggio 2014

Selfie ragazzo armatoAd incastrare la baby gang sono stati i selfie che i ragazzi si facevano dopo le loro bravate. Si parla di rapine, violenze in seguito alle quali, i componenti della banda, si mettevano in posa con le armi per postare il tutto sui propri profili Facebook. La polizia è riuscita a tirare le fila della vicenda ed arrivare all’arresto dei componenti della gang. Il più piccolo non ha ancora compiuto 15 anni, il più “anziano” di anni ne ha 24. A tutti sono contestati i reati di rapina aggravata e di lesioni volontarie. Alcuni sono accusati di aver fracassato la mandibola di un diciannovenne di Pescara, altri di aver mandato in ospedale in prognosi riservata un ventiquattrenne. Pierfrancesco Muriana, capo della Squadra Mobile ha detto “E’ inquietante il denominatore comune dei violenti pestaggi si tratta del knock-out game, un “gioco” dove l’aggressore sceglie a caso la sua vittima tra una qualsiasi delle inconsapevoli persone presenti in un determinato luogo pubblico e prova ad atterrarla colpendola con un solo violentissimo pugno per poi allontanarsi in tutta fretta. L’eventuale reazione della vittima o dei suoi amici, nella logica di questa pratica criminale, sarà scongiurata dagli appartenenti al gruppo dell’aggressore, che, numerosi e a loro volta violenti, scoraggeranno qualsiasi tentativo di rivalsa, colpendo e fuggendo a loro volta”.

Your Commment

Email (will not be published)